La Pitturina Ski Race diventa biennale

La Pitturina Ski Race diventa biennale

Michele Festini Purlan: “Il 2017 sarà un anno di pausa, per il 2018 abbiamo grandi progetti!”

La notizia arriva in una calda giornata settembrina quando i colori dell’Autunno iniziano a dipingere i boschi della Val Comelico. La Pitturina Ski Race, gara di scialpinismo con otto edizioni svolte di cui una è stata valevole come prova di Coppa del Mondo ISMF, organizzata dallo Spiquy Team e inserita nei calendari Fisi dallo Sc Dolomiti ski-alp, nel 2017 non si disputerà. Un anno di break per lavorare in ottica 2018.

«Non è stata una decisione semplice – ha detto Michele Festini Purlan, presidente dello Spiquy Team – ma, insieme a tutto il Comitato, abbiamo analizzato le ipotetiche bozze dei calendari, visto che al momento di ufficiale non c’è ancora nulla, e abbiamo deciso di organizzare la Pitturina Ski Race ogni due anni». «Il problema non è organizzativo né economico, – ha continuato Festini Purlan – il calendario invernale delle competizioni di scialpinismo è molto ricco e trovare una data “favorevole” alla Pitturina Ski Race senza avere sovrapposizioni, è pressoché impossibile. Puntiamo a far crescere ulteriormente la nostra gara, ma il prossimo anno ci sarà anche l’importante appuntamento dei Mondiali di scialpinismo che si svolgeranno tra l’Alpago e Piancavallo e sicuramente parte dei nostri volontari saranno a disposizione del Comitato Organizzatore Alpagotto».

«Per innalzare ancora il livello qualitativo della gara, – ha concluso il presidente dello Spiquy Team – siamo convinti che organizzare la Pitturina Ski Race ogni due anni sia la strada giusta. I membri del Comitato e tutti i volontari, che sono gli stessi impegnati nell’organizzazione de La Pedalonga, potranno fare un sospiro di sollievo e ricaricare le batterie. Posticipare l’edizione del 2016 e dopo cambiare anche di sede di svolgimento a causa della mancanza di neve, ci è costata molto, siamo stati messi a dura prova, sia mentalmente sia fisicamente. Gli atleti, con questa pausa, potranno segnare di rosso la data della nona edizione con largo anticipo. Inoltre per il 2018 abbiamo intenzione di candidarci per riportare in Val Comelico la Coppa del Mondo ISMF e magari poter organizzare anche i Campionati Europei di scialpinismo. Sicuramente quando la neve inizierà a ricoprire i nostri monti ci sembrerà strano non iniziare a portare in quota il materiale o non ragionare sulle tracce dove far passare gli atleti, ma nel 2018 tutto ritornerà alla normalità».